Home Breaking news HUSQVARNA MOTORCYCLES NEL 2020 RITORNA NEL MONDIALE VELOCITA’ MOTO3 E KTM CONFERMA...

HUSQVARNA MOTORCYCLES NEL 2020 RITORNA NEL MONDIALE VELOCITA’ MOTO3 E KTM CONFERMA IL PROPRIO IMPEGNO NELLA MOTOGP

SHARE

KTM AG ha annunciato sabato10 agosto in occasione del GP d’Austria un ulteriore impegno quinquennale per le corse della MotoGP, fino al 2026, rivedendo le proprie priorità nelle classi di supporto dal 2020 con obiettivi rifocalizzati su Moto3 e ridotta presenza in Moto2. Il marchio Husqvarna tornerà con un team di gara Moto3 dedicato e un nuovo modello.

Il CEO di KTM AG, Stefan Pierer e il CEO di Dorna Sports, Carmelo Ezpeleta, hanno siglato un nuovo contratto per KTM di rimanere parte della griglia MotoGP per altri cinque anni al Red Bull Ring per il my World Motorrad Grand Prix von Österreich. L’accordo esistente ora si estenderà per un totale di sette anni dalla campagna in corso: il terzo di KTM come parte della serie MotoGP di alto profilo.

Confermato l’impegno per l’apice delle gare del Grand Prix, KTM ha riallineato la propria produzione nelle categorie di supporto ponendo l’accento principale su MotoGP e Moto3. Il principale produttore europeo manterrà la propria scala “road to MotoGP” accuratamente costruita dalla nuova Northern Talent Cup (per il 2020) e attraverso la Red Bull MotoGP Rookies Cup e le divisioni successive fino alla MotoGP, ma rimodellerà la loro prospettiva nelle seguenti due aree:

Ritiro come produttore di telai in Moto2 ma mantenendo lo stretto rapporto con il team di Aki Ajo come pietra miliare fondamentale per Red Bull KTM in MotoGP.

Impegno ulteriore in Moto3 come elemento portante per i talenti del Grand Prix per mostrare e sviluppare il loro potenziale. Ciò include un rinnovato impegno con il ritorno di Husqvarna alle corse su strada. Adottando la piattaforma tecnica KTM, il marchio faceva parte della Moto3 nel 2014 e 2015 e ha ottenuto due risultati sul podio nella prima stagione grazie a Danny Kent. L’intenzione per il 2020 è quella di sviluppare una nuova bici da corsa Husqvarna appositamente per la Moto3.

KTM continua a fare promettenti passi in avanti nella classe MotoGP in cui la ricerca di risultati in gare fortemente competitive. Il marchio crede in modo specifico nel ruolo educativo della Moto3. La giovane eredità della compagnia è iniziata nel migliore dei modi con i primi due titoli nel 2012 (Sandro Cortese) e nel 2013 (Maverick Viñales) e un altro nel 2016 con Brad Binder e KTM desidera rafforzare questo gradino iniziale nelle gare del Grand Prix.

Stefan Pierer, CEO di KTM AG:

“Abbiamo preso una decisione attiva qui in occasione del nostro Gran Premio di casa per rinnovare l’impegno in MotoGP e impegnarci in altri cinque anni di competizione. Questo fa parte di una visione strategica più ampia e ora abbiamo sette anni per salire ai vertici della classe MotoGP; lo stesso periodo di tempo necessario per conquistare il Rally Dakar. Sappiamo di essere fermamente sulla strada e abbiamo già fatto buoni passi in meno di tre anni. Come parte di questa prospettiva, vogliamo dare impulso alla Moto3: è la base e la base delle corse su strada per noi. È dove abbiamo iniziato e dove siamo uno dei marchi leader. Vediamo un’ottima opportunità qui riportando Husqvarna con forza; ci sarà una nuova bici e una direzione speciale con questo progetto. Tutto questo movimento significa che uniremo le nostre risorse ed energie e di conseguenza usciremo dalla Moto2 “.

Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport:

“Innanzitutto è fantastico per noi continuare a rimanere in” sesta marcia “come azienda in MotoGP e poter continuare a spingere per raggiungere i nostri obiettivi. Con la nostra conoscenza di oltre trecento campionati mondiali FIM in così tante classi conosciamo gli ingredienti per avere successo nelle corse e siamo determinati a non muoverci dal nostro obiettivo. Per questo voglio ringraziare l’onorevole Pierer e il consiglio della KTM AG per il voto extra di fiducia e per tutto il duro lavoro e la convinzione che ogni singola persona che ha toccato questo progetto ha fatto finora. In secondo luogo, abbiamo esaminato l’intero programma e sappiamo che i nostri sforzi devono essere ben posizionati e crediamo che la MotoGP e la Moto3 siano le principali piattaforme per farci avanzare. Grazie all’ottimo lavoro ed esperienza con Aki Ajo possiamo mantenere un collegamento con la Moto2 e forse la preparazione finale necessaria per il salto in MotoGP. Siamo fermamente convinti di poter disporre di questa risorsa anche se ridurremo notevolmente la nostra presenza come contributori di telai. Possiamo sentire la passione per la MotoGP in posti come Red Bull Ring questo fine settimana e ci consente di alimentare quell’energia. Crediamo che i tempi emozionanti stanno arrivando per noi come divisione corse e come azienda. “

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here