Sabato, 16 dicembre 2017 ore 00:18

JARVIS E HUSQVARNA PRIMI ALLA ROMANIACS

L’inglese Graham Jarvis ha fatto sua per la sesta volta la vittoria nella 14° edizione della Romaniacs, gara di enduro estremo valida per il campionato mondiale della specialità.

A coronamento di un dominio incontrastato per tutta la gara nelle montagne di Sibiu, nell’edizione numero 14 del Red Bull Romaniacs il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Graham Jarvis ha ottenuto la sesta vittoria in carriera. Al termine di una grande settimana di gara in Romania, anche il suo giovane compagno di squadra Billy Bolt ha tagliato il traguardo in una solida sesta piazza.

Partito con il solo obiettivo di vincere, Jarvis è partito subito forte, con un ottimo quarto posto nel breve prologo cittadino di Sibiu. E quando la gara è entrata nella sua parte più impegnativa, dal primo giorno in off-road, il pilota inglese sulla sua TE 300 ha potuto mostrare tutta la sua classe nell’extreme enduro.

Al termine di una lunga e impegnativa battaglia sulle difficoltà estreme della prima giornata di gara, Jarvis ha concluso in testa il primo giorno sulle montagne, infliggendo al suo inseguitore più vicino un distacco di 10 minuti.

Dopo aver proseguito la sua marcia trionfale aggiudicandosi la seconda e la terza giornata di gara, il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing ha iniziato la quarta e ultima giornata sempre in testa alla classifica provvisoria, con un vantaggio di 26 minuti.

Guidando con prudenza e concludendo quinto di giornata, Jarvis ha tagliato il traguardo in scioltezza entrando di diritto nella storia della manifestazione come il primo sei volte campione del Romaniacs.

A completamento del successo della spedizione Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing team, il compagno di squadra di Jarvis, Billy Bolt, ha concluso la manifestazione nella top 6. Mentre al suo debutto al Romaniacs l’anno scorso il giovane inglese non era riuscito ad arrivare al traguardo, quest’anno si è rifatto portando la sua TE 300 al sesto posto finale.

Dopo aver iniziato nel modo migliore I cinque giorni di gara con un’ottima piazza d’onore nel Prologo, Bolt è arrivato nella top 10 in tutte le altre giornate. Il suo miglior risultato è stato il sesto posto alla fine dell’estenuante terza giornata. Arrivando al traguardo senza particolari problemi, il giovane inglese ha dimostrato di aver appreso l’arte della navigazione GPS.

Graham Jarvis: “Vincere al Romaniacs per la sesta volta è un’emozione incredibile. Quando ho iniziato a correre qui una decina di anni fa, non mi sarei mai sognato di vincere sei volte. È una gara fantastica, che è cresciuta anno dopo anno. Questa volta è stata una vera lotta per la sopravvivenza, e sono veramente contento di essere arrivato alla fine. Il primo giorno è stato piuttosto duro, e sembrava non dover finire mai. Anche la navigazione è stata difficile. Il Day2 era un po’ più semplice e meno tecnico. Jonny Walker mi ha raggiunto, ma dopo la sosta per il rifornimento sono riuscito a staccarlo. Nel complesso, è stata una buona giornata. Poi sapevamo che il Day3 sarebbe stato il più pesante. Abbiamo dovuto spingere a lungo prima di arrivare al rifornimento, e quella è stata la parte più impegnativa. È stata una giornata lunghissima, molto stancante. Nell’ultima giornata ho fatto del mio meglio per restare concentrato: ero stanco, così ho deciso di correre in sicurezza e portare la moto al traguardo. Questa vittoria è merito di un grande lavoro di squadra.”

Ritirati alcuni dei favoriti per cadute o problemi. Tra questi lo spagnolo Gomez (KTM), l’inglese Walker (KTM), il sud africano Joung (Sherco).

 

Foto: Future7Media

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.