Home Sei Giorni L’ITALIA ATTENDE LA SEI GIORNI 2020 GUARDA IL VIDEO UFFICIALE

L’ITALIA ATTENDE LA SEI GIORNI 2020 GUARDA IL VIDEO UFFICIALE

SHARE

Guardate il ​​video della Sei Giorni che si disputerà in Italia nel 2020. Per quella che sarà la 95° edizione della gara motociclistica più longeva della FIM, la FIM ISDE 2020 si terrà a Rivanazzano Terme, nel nord Italia, dal 31 agosto al 5 settembre.

Nazione ricca di tradizioni dell’Enduro, l’Italia ha ospitato per l’ultima volta la FIM ISDE nel 2013 in Sardegna.

Nel 2020, saranno la regione dell’Appennino, Lombardia e Piemonte, a mostrare la bellezza del paese agli appassionati di motociclismo fuoristrada di tutto il mondo. Per la settimana di gara sarà l’area di Rivanazzano Terme a ospitare il quartier generale di questa gara.

I suoi edifici offriranno servizi completi agli organizzatori e ai media presenti, come pure l’ambiente di lavoro sarà spazioso per tutte le nazioni in presenti alla competizione.

Ci sarà anche spazio per un’area di campeggio separata da trecento piazzole per accogliere concorrenti e spettatori.

Dall’aerodromo di Rivanazzano Terme la gara porterà ogni giorno i piloti nella regione montuosa dell’Appennino circostante, con tre percorsi unici per testare sia i migliori piloti di Enduro.
Come da tradizione, la competizione si concluderà con una gara di Motocross il sesto giorno a Ottobiano Motorsport.

“Questo è il compimento di un sogno, di un progetto che ha preso forma durante le gare che abbiamo organizzato negli ultimi anni – ha affermato Valter Carbone per conto del Comitato Organizzatore – “Ho accettato la sfida insieme a Giorgio Bandoli ed Edoardo Zucca e faremo ogni sforzo per ottenere risultati eccellenti. Voglio ringraziare la Federazione Motociclistica Italiana per la fiducia che ci ha dimostrato assegnandoci questo prestigioso compito e ringrazio anche gli amministratori e le autorità piemontesi e lombarde per il supporto continuo: ci hanno supportato dall’inizio di questo progetto e continuano a confida nel suo progresso e nella sua realizzazione”.

Il presidente FMI Giovanni Copioli ha aggiunto:
“L’Italia è uno dei paesi, in cui la tradizione dell’Enduro è ancora forte e non possiamo che essere entusiasti di ospitare una competizione così prestigiosa sul nostro territorio. Il Moto Club Alfieri e il Moto Club Pavia hanno maturato una vasta esperienza nell’organizzazione di eventi e sono certo che, anche grazie alla collaborazione delle altre associazioni coinvolte, svolgeranno un ottimo lavoro. Le autorità locali, alcune delle quali hanno partecipato alla conferenza di presentazione, stanno dimostrando grande sensibilità nei confronti di questo evento, che è estremamente rilevante per il Piemonte, la Lombardia e altro”.

Il presidente della FIM, Jorge Viegas, ha concluso:
“Vorrei ringraziare calorosamente la Federazione Italiana Motociclismo, il comitato organizzatore e tutte le parti interessate che ospiteranno nuovamente questa iconica gara di Enduro. Forte della sua passione e della sua esperienza, l’Italia sta preparando un’edizione indimenticabile in una regione ricca di eredità dell’Enduro. Auguro a tutti il ​​meglio per le prossime settimane, l’organizzazione di una tale competizione è una grande sfida su molti livelli diversi. Ci vediamo il 15 gennaio per le pre-iscrizioni su fim-isde.com”.