Home Assoluti d'Italia ENDURO TRICOLORE AL VIA CON L’RS 77 A PASSIRANO AL CUORE DELLA...

ENDURO TRICOLORE AL VIA CON L’RS 77 A PASSIRANO AL CUORE DELLA PASSIONE

SHARE
L’enduro come filosofia di vita. Questa disciplina delle due ruote del fuoristrada è il filo conduttore della passione che accomuna i tesserati FMI dell’RS 77 di Rodengo Saiano, il sodalizio della Franciacorta che ha conquistato un proprio spazio nel panorama delle gare di off road.
Il Moto Club RS77 nasce il 10 maggio del 1977 per volontà di un gruppo di piloti di Rodengo Saiano, allora affiliati al Motoclub Collebeato, che sotto la guida dell’indimenticato Alessandro Barbi varano un progetto sportivo vocato alla “regolarità”.
Ben presto la nuova squadra si mette in evidenza nei campionati regionali e nazionali, giungendo nel 1982 alla conquista del Campionato Italiano Cadetti con Stefano Passeri. 
Dai tempi appassionati degli esordi, l’impegno dell’RS 77  è cresciuto, come del resto è cresciuta la capacità dei dirigenti di portare il vessillo di Rodengo Saiano alle più prestigiose manifestazioni internazionali.
Dopo il successo organizzativo del “1° Enduro della Franciacorta”, disputato nell’aprile 1989, arriva il titolo italiano junior con Mario Rinaldi, che al primo anno di attività è già protagonista alla “Sei Giorni” nella Squadra dell’RS 77, concludendo terza nella classifica di Club.
Con la gara del 24 giugno 1990, valida per il Campionato Italiano Cadetti, l’RS 77 inizia ad organizzare gare di campionato nazionale e nel 1992, l’11 e 12 aprile, firma la 4° Prova di Campionato Italiano Assoluto.
Il 1992 è l’anno della consacrazione di Mario Rinaldi, che porta l’RS 77 i titoli di Campione del Mondo, Campione italiano e vincitore anche della Sei Giorni con la Nazionale Italiana nella classe 350 4 tempi.
Il 27 marzo 1994 è la volta dell’organizzazione a Passirano  di una Gara a Coppie valida per il  trofeo “Sechi” con la  Novità  della disputa della finale di cross come alla “Six Days”.
E’ proprio alla “Six Days” che si comincia a pensare nel 1995. A settembre viene costituita l’AMB (Associazione Motoclub Bresciani) per organizzare nella provincia di Brescia la 72° edizione della Sei Giorni Enduro che prenderà il via nell’agosto 1997. In prospettiva Sei Giorni, il 2 luglio del 1995 l’RS 77 organizza ancora una prova di Campionato Italiano Assoluto ed una manifestazione di REGOLARITA’ D’EPOCA per collaudare parte del percorso che ospiterà poi la Sei Giorni.
La gara tricolore trova in Franciacorta un terreno ideale, tanto da brillare per intensità agonistica, spettacolarità e per la cornice di pubblico.
Nel 1997 arriva la tanto attesa Six Days ed è un successo organizzativo, di pubblico e di risultati per la nazionale italiana, che conquista entrambi i titoli mondiali.
Il  2  luglio 2000 il Club è ancora organizzatore di una prova di Campionato Italiano Enduro Assoluto e Junior.
La stagione 2001 vede  il ritorno all’RS 77 di  Fausto Scovolo e Mario Rinaldi che porta come risultati il titolo di Vice Campione del Mondo, Campione Italiano Enduro, primo di classe alla Six Days Enduro e primo classificato categoria Marathon Rally Egitto.
Nel  2002 viene organizzata ancora una Prova di Campionato Italiano Regolarità d’Epoca ai cui campionati partecipano tanti iscritti del sodalizio vincendo numerosi titoli italiani.
Ecco il  2003 nel quale il  motoclub  è impegnato nell’organizzazione della prova italiana del CAMPIONATO MONDIALE DI ENDURO; il pubblico, i piloti italiani e stranieri, la stampa e la FMI decretano il successo pieno della manifestazione.
Dopo gli impegni organizzativi a livello internazionale, nel 2004 il Motoclub ricomincia da zero organizzando una prova di Campionato Provinciale Enduro e per il 2005 e 2006 dei Campionati Regionali Enduro in Val Sabbia.
Si torna ad organizzare una prova del Mondiale Enduro con gli Amici del MotoClub Sebino nel 2007 e nello stesso anno anche un Campionato Italiano del nuovo tricolore mini Enduro riservato ai giovanissimi piloti che viene ripetuto nel 2010.
Dopo una pausa di alcuni anni, nei quali continua comunque  l’assistenza ai piloti nelle manifestazioni di fuoristrada in tutta Italia, si decise di tornare all’organizzazione di eventi nel 2015 con un Campionato Italiano Regolarità d’Epoca che viene ripetuto con grande successo anche nel 2017.
Il  rinnovato  entusiasmo diventa contagioso e  nella scorsa primavera tanti appassionati a questo sport, fra cui il Campione Mario Rinaldi,  chiedono di voler organizzare nuovamente in Franciacorta un evento importante come il Mondiale del 2003 o la 12 Ore di Franciacorta nata a Passirano nel 1972; la nostra scelta è ricaduta per un nuovo tipo di evento come lo era la 12 ore:
Giro corto da percorrere 4 volte , trasferimento su strada asfaltate per un basso impatto ambientale, ma con 5 Prove speciali a tornata.
L’idea  piace  prima  alle Amministrazioni Locali, con le quali abbiamo sempre mantenuto rapporti e già pianificato nuove iniziative di recupero ambientale, ma anche alla Federazione Motociclistica Italiana che ci ha voluto affidare il gravoso compito dell’organizzazione della 1 Prova degli Assoluti D’Italia Enduro del 25 febbraio 2018.
 
Nel 2019 è iniziata a Rodengo Saiano la stagione, il 24 Febbraio, con la prima prova del Trofeo National Enduro Country, una nuova formula che ha visto partecipi anche dei piloti di punta che hanno sfruttato la manifestazione come un allenamento in vista dell’ inizio del Campionato degli Assoluti d’Italia.
Sempre con l’appoggio delle Amministrazioni Locali abbiamo deciso di riproporci per organizzare la Prima prova degli Assoluti D’Italia 2020, il 29 Febbraio l’RS 77 aprirà la stagione 2020 con il prologo serale con partenza direttamente dalla Piazza di Passirano (BS).

PROVE SPECIALI
 Enduro Test  (4 volte)
◦LOCALITA’ SPECIALE: Provaglio d’Iseo
◦COORDINATE GPS (inizio e fine):
◦DISTANZA IN KM DAL PADDOCK: 1,5 km
◦LUNGHEZZA PROVA SPECIALE: 2 km
◦TIPO DI TERRENO: terra/pietra
Cross Test (4 volte)
◦LOCALITA’ SPECIALE: Bettolino di Monterotondo di Passirano (BS)
◦COORDINATE GPS (inizio e fine):
◦DISTANZA IN KM DAL PADDOCK: 3,5 km
◦LUNGHEZZA PROVA SPECIALE: 4 km
◦TIPO DI TERRENO: terra
X-CUP Motocross Marketing – Galfer (4 volte)
◦LOCALITA’ SPECIALE: all’Angelo di Monterotondo di Passirano (BS)
◦COORDINATE GPS (inizio e fine):
◦DISTANZA IN KM DAL PADDOCK: 1,5 km
◦LUNGHEZZA PROVA SPECIALE: 3,5 km
◦TIPO DI TERRENO: terra/pietre
Prova valida per il prologo di sabato 29 febbraio
 Airoh Cross Test (4 volte)
◦LOCALITA’ SPECIALE: Dosso Badino a Monticelli Brusati (BS)
◦COORDINATE GPS (inizio e fine):
◦DISTANZA IN KM DAL PADDOCK: 3,5 km
◦LUNGHEZZA PROVA SPECIALE: 4 km
◦TIPO DI TERRENO: prato
Extreme Test (4 volte)
◦LOCALITA’ SPECIALE: Rodengo Saiano (Bs)
◦COORDINATE GPS (inizio e fine):
◦DISTANZA IN KM DAL PADDOCK: 5 km
◦LUNGHEZZA PROVA SPECIALE: 3,5 km
◦TIPO DI TERRENO: terra/pietre
Lunghezza percorso: 38 km – 4 giri
Num. C.O.: giro a “8” con C.O. unico
Località C.O. esterno: entrambe le assistenze saranno situate al Paddock
TABELLA INFORMATIVA – 1 marzo
Enduro Test
Cross Test
X-CUP Motocross Marketing – Galfer
C.O.
Airoh Cross Test
Extreme Test
C.O.
ATTENZIONE!
◦E’ obbligatorio il tappetino sotto moto al parco chiuso
Regolamento prova “X-CUP Motocross Marketing – Galfer” di sabato 29 febbraio
◦Sono previsti un C.O. di partenza e un C.O. di arrivo, il tempo imposto deve essere utilizzato per arrivare alla PS, disputarla e fare eventuale assistenza.
◦Eventuali penalità di ritardo vengono sommate al tempo impiegato a percorrere la PS
◦Piloti che timbreranno al CO di arrivo fuori tempo massimo, non verranno ammessi alla partenza della seconda giornata
◦I piloti che non prenderanno il via della PS saranno considerati ritirati
◦La PS è valido come prima PS della gara, per cui, non sono previsti la ripartenza e il cambio di moto
◦L’ingresso in PS deve avvenire seguendo l’ordine di partenza.
◦Non è consentita la sostituzione dei pneumatici.
Consalvo Pezzoli GPenduro.com
Nella foto di Isidoro Trapletti: Thomas Oldrati