Home Assoluti d'Italia IL TEAM JET ZANARDO HUSQVARNA È PRONTO PER RIPARTIRE E AFFRONTARE LA...

IL TEAM JET ZANARDO HUSQVARNA È PRONTO PER RIPARTIRE E AFFRONTARE LA STAGIONE 2020

SHARE

Il team JET-ZANARDO dopo lo stop di fine febbraio ha ricominciato la preparazione. I piloti si stanno allenando dopo il periodo di lockdown. La preparazione sarà verificata già in occasione dell’inizio dell’attività nazionale che partirà il 4 e 5 Luglio in provincia di Reggio Emilia. Sicuramente al via Joe Wootton con la Husqvarna FE 450 ancora in Inghilterra mentre l’arrivo di Ruy Barbosa è legato alla possibilità di viaggiare partendo dal Cile.

La formazione 2020 è all’incirca la medesima della scorsa stagione con lo Junior Ruy Barbosa che utilizzerà la Husqvarna FE 250, il britannico Joe Wootton con la Husqvarna FE 450 inoltre è riconfermato il pilota portoghese Thomas Clemente in sella alla KTM EXC 125 mentre la squadra da il benvenuto al pilota Sud Americano Enzo Pellegrini.
L’ex campione Youth 2018 del Team JET-ZANARDO Ruy Barbosa, ritornerà in Italia dopo un lungo periodo di lockdown, non ancora ultimato, passato in Cile. Anche in questa stagione Ruy Barbosa si presenterà al via della classe Junior, dopo l’esperienza dello scorso anno, e punterà decisamente al titolo iridato.
Dopo una scorsa stagione, la prima tra i top riders, conclusasi con ottimi risultati, Joe Wootton non vuole più stupire ma al contrario vuole essere una certezza e cercare di essere sempre a podio. Il pilota inglese prenderà il via nella combattutissima classe E2 e dovrà vedersela con molti piloti blasonati.
Nella classe Youth parteciperanno Thomas Clemente e Enzo Pellegrini in sella rispettivamente ad una KTM EXC 125 e a una Husqvarna TE 125. Inoltre i due piloti saranno presenti al campionato portoghese per quanto riguarda Thomas Clemente mentre Enzo Pellegrini, anche lui in lockdown in Cile, correrà assieme a Ruy Barbosa e a Joe Wootton agli Assoluti d’Italia Enduro.

Team Manager: Franco Mayr
Fortunatamente la stagione avrà in pratica lo svolgimento previsto. In date più ravvicinate e con il numero di gare di poco ridimensionato ma valido per poter premiare i valori in campo. Sarà proprio la verifica che tutti crediamo nel ritorno alla normalità il prossimo anno sostenendo questa attività 2020. L’impegno dei piloti, sponsor, partner tecnici, organizzatori, promoter, meccanici, teams e mezzi di comunicazione deve permettere di dare forza al settore come stanno facendo in altri sport e settori. Noi siamo pronti a rimboccarci le maniche come ci auguriamo tutti i protagonisti del nostro sport, e poi come sempre, che vinca il migliore”.