Home Assoluti d'Italia NUOVO PROGETTO TEAM FANTIC JET RACING

NUOVO PROGETTO TEAM FANTIC JET RACING

SHARE

La nuova Fantic 125 XE è pronta per essere portata in gara da Harry Edmondson, dal pilota cileno Eloy De Gavardo, e da Riccardo Fabris e Igor Brunengo.
Il neonato Fantic JET Racing, punta su piloti giovani agli esordi internazionali mettendo in gioco trent’anni di esperienza e numerosi titoli mondiali vinti.
Il nuovo progetto ha mosso i suoi primi passi con i test invernali e con la messa a punto della nuova Fantic XE 125, purtroppo a causa del virus Covid-19 che ha attanagliato l’Italia e il mondo, ha rallentato il lavoro e l’inizio delle competizioni che sono state rimandate a luglio 2020 con la prima degli Assoluti che si terrà il weekend del 4 e 5 luglio a Carpineti (RE) mentre per quanto riguarda il Campionato Mondiale il primo appuntamento è previsto tra il 18 e il 20 di settembre a Requista per il GP di Francia.
Con il nuovo calendario la partecipazione dei piloti sarà concentrata sugli Assoluti d’Italia, il campionato italiano Under 23 e il più blasonato campionato mondiale EnduroGP.
I quattro piloti del Fantic JET Racing, Harry Edmondson, Eloy De Gavardo, Riccardo Fabris e Igor Brunengo, si sono preparati al meglio testando e mettendo appunto la propria Fantic XE 125.

I piloti sono pronti e carichi per partire a full gas nelle prove speciale. Il programma 2020 del team Fantic JET Racing è di partecipare al Mondiale Enduro GP nella categoria Youth con il pilota inglese Harry Edmondson, figlio del leggendario Paul Edmondson, e il cileno Eloy De Gavardo, Mentre Riccardo Fabris e Igor Brunengo parteciperanno ai due campionati italiani e a qualche tappa del mondiale. Oltre al mondiale di enduro Harry Edmondson prenderà parte anche al campionato inglese.
FRANCO MAYR:
“Fortunatamente la stagione avrà in pratica lo svolgimento previsto. In date più ravvicinate e con il numero di gare di poco ridimensionato ma valido per poter premiare i valori in campo. Sarà proprio la verifica che tutti crediamo nel ritorno alla normalità il prossimo anno sostenendo questa attività 2020. L’impegno dei piloti, sponsor, partner tecnici, organizzatori, promoter, meccanici, teams e mezzi di comunicazione deve permettere di dare forza al settore come stanno facendo in altri sport e ambiti. Noi siamo pronti a rimboccarci le maniche come ci auguriamo tutti i protagonisti del nostro sport, e poi come sempre, che vinca il migliore”.