Home Breaking news AMA NATIONAL MX: ZACH OSBORNE INAUGURA LA STAGIONE 2020 CON LA SUA...

AMA NATIONAL MX: ZACH OSBORNE INAUGURA LA STAGIONE 2020 CON LA SUA PRIMA VITTORIA IN 450

SHARE

AL LORETTA LYNN’S IL PILOTA ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING VINCE LA SUA PRIMA GARA, DAVANTI AL COMPAGNO JASON ANDERSON.

Dopo aver occupato per intero il podio all’ultima gara del campionato mondiale AMA Supercross in giugno, il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Team non ha perso il suo slancio arrivato al campionato AMA Pro Motocross 2020, dove Zach Osborne ha vinto la sua prima giornata in 450MX in carriera mentre Jason Anderson ha conquistato una vittoria di manche e il secondo posto di giornata. Inoltre anche RJ Hampshire ha corso benissimo, conquistando la piazza d’onore nella combattutissima classe 250MX.

Ripartito sabato dopo una lunga sosta rispetto al calendario previsto, il campionato Pro Motocross ridotto a nove gare ha preso il via nel leggendario ranch di Loretta Lynn a Hurricane Mills, in Tennessee. Qui ha sede il più importante campionato giovanile americano, ed è un posto familiare per la maggior parte dei piloti e dello staff. Le pesanti piogge del venerdì hanno reso scivoloso il tracciato la mattina, ma poi il sole ha asciugato il fondo rendendolo anche irregolare e scavato.

450MX
Qualificatosi con il terzo tempo, Osborne è scattato nella top 10 di Gara1 e si è subito inserito nella top 5. Ha continuato ad attaccare per la prima metà di gara, riuscendo a passare secondo alla dodicesima tornata. A sei giri dal termine, Zach si è messo in caccia del suo compagno di squadra Anderson, chiudendo poi a 4,9 secondi di distanza. In Gara2 Osborne ha colto l’holeshot e ha occupato la seconda piazza per i primi due giri, portandosi poi in testa al terzo giro. Dopo aver condotto senza problemi per i restanti 15 giri, Osborne ha vinto la manche e la vittoria di giornata.

“Ho lavorato molto per riprendermi dall’infortunio, ed essere qui sul podio è una benedizione. Sono riconoscente a tutti quelli che hanno fatto in modo di farci correre anche in questi tempi così incerti,” ha detto Osborne. “So che avevo un purosangue qui, perché questa è la moto con cui ho corso in Indiana l’anno scorso e quando il team di mette a disposizione una moto così, è difficile non renderle giustizia.”

Anderson è partito alla grande in Gara1, convertendo subito la sua terza posizione allo start nella testa di gara. Ha spinto forte per assicurarsi un buon margine sugli inseguitori, riuscendo a condurre l’intera manche fino al traguardo. In Gara2 si è di nuovo messo in buona posizione in partenza, scattando nei primi quattro. Passato secondo già al terzo giro, ha lottato per il podio per la maggior parte della gara. Poi a cinque giri dal termine Jason ha avuto un problema nei doppiaggi e ha perso posizioni, chiudendo sesto. Il suo 1-6 di giornata gli vale comunque il secondo posto finale.

“Penso che il mi passo in Gara2 fosse buono, ma ho avuto un problema agli avambracci e ho perso terreno,” ha detto Anderson. “Ma sono qua sul podio, per cui non c’è troppo da lamentarsi e non vedo l’ora di rifarmi sabato prossimo.”