Home Breaking news CI HA LASCIATO FELICE GIMONDI BERGMASCO DOC CAMPIONISSIMO DEL CICLISMO

CI HA LASCIATO FELICE GIMONDI BERGMASCO DOC CAMPIONISSIMO DEL CICLISMO

SHARE

Non saranno ruote tassellate ma anche noi di gpenduro.com esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia, amici e a tutto il mondo del ciclismo per la scomparsa di Felice Gimondi, avvenuta ieri pomeriggio, venerdì 16 agosto, nel mare della Sicilia a pochi passi da Taormina.
A portarcelo via a 76 anni, è stato un malore (probabilmente un infarto o una congestione) mentre intorno alle 18.00 stava iniziando a fare il bagno. A nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo, da parte del servizio di sicurezza della spiaggia, amici e dei medici del 118.

Felice Gimondi era un bergamasco doc come tanti enduristi, nato a Sedrina, alle porte della Val Brembana, il 29 settembre 1942.

Professionista dal 1965 al 1979, è stato un campione completo, capace di tenere sul passo, di vincere in salita, a cronometro e anche in volata.
È stato uno dei sette campioni del ciclismo ad aver vinto tutti e tre i grandi Giri: Giro d’Italia (per tre volte, nel 1967, 1969 e 1976), Tour de France (nel 1965) e Vuelta a España (nel 1968).
Tra le gare di un giorno si aggiudicò il campionato del mondo su strada (nel 1973) e alcune classiche monumento: una Parigi-Roubaix, una Milano-Sanremo e due Giri di Lombardia. Suo è il record di podi al Giro d’Italia, 9, dove ottenne anche sette vittorie di tappa.
La carriera del grande campione bergamasco ebbe inizio nel 1959 e la prima vittoria arrivò l’anno seguente sul traguardo della Bergamo-Celana, nella categoria Allievi, nella quale rimase fino al 1962 quando, appena promosso a Dilettante, ci fu la prima svolta della sua lunga storia da ciclista.

Grande rivale nelle sue imprese fu l’eterno duello con il rivale di sempre, l’altro campionissimo belga, Eddy Merckx.